Place de la Concorde occupa una posizione strategica a Parigi. Tra il Louvre, la Place de la Madeleine, l’Assemblea Nazionale e gli Champs-Elysées, essa si trova nel cuore dell’esercizio del potere francese.

Nel corso dei due secoli della sua esistenza, è stata testimone di molti eventi memorabili nella storia di Francia.

Una festa che si trasforma in dramma 

Oggi è un giorno di festa sulla nuovissima Place Louis XV! Il 30 maggio 1770 il delfino di Francia, futuro Luigi XVI, sposa l’arciduchessa d’Austria, Maria Antonietta. Per l’occasione, nei saloni d’onore del palazzo del Guardamobili della Corona si è tenuto un grande ballo e sulla piazza sono stati organizzati due giorni di festa con i parigini. 

Il programma prevede la presentazione degli sposi alla folla dal balcone del Guardamobili, oltre a un magnifico spettacolo pirotecnico lanciato dalla piazza.

Migliaia di parigini sono lì quando all’improvviso... la festa si trasforma in un dramma! Uno dei fuochi d’artificio parte di traverso e atterra sui razzi riservati al bouquet finale. L’esplosione provoca un incendio e un enorme movimento della folla. I cronisti dell’epoca parlavano di 1.200 morti. Il bilancio è in realtà di 133 morti e diverse centinaia di feriti. Un dramma terribile per uno dei primi eventi celebrati in quella piazza.

 

Louis XVI en costume du Sacre par Antoine-François Callet
Luigi XVI in abito da incoronazione dipinto da Antoine-François Callet (1779)

 

L’installazione dell’obelisco: una prodezza tecnica

Negli anni venti del XIX secolo, Jean-François Champollion, probabilmente il più famoso egittologo francese, decifra i geroglifici. Un grande passo per l’archeologia, ma anche una grande scoperta per l’Egitto!
A titolo di ringraziamento, Méhémet Ali, viceré d’Egitto, offre a Carlo X e alla Francia i 2 obelischi che decorano l’ingresso del Tempio di Luxor. Fu proprio Champollion a scegliere di portare in Francia solo quello a destra nel 1830.

Ma trasportare un monumento del genere - alto 23 metri e pesante 222 tonnellate - per oltre 5000 km non è un’impresa da poco. Si costruisce una nave appositamente per l’occasione e per riuscire a trasportare questo pesante regalo sul Nilo, in mare aperto e sulla Senna. Ci vorranno quasi 2 anni e mezzo perché l’obelisco arrivi a Parigi.

 

L’érection de l'obélisque de Louqsor

L’erezione dell’obelisco di Luxor il 25 ottobre 1836 dipinta da François Dubois (1836)

 

Viene infine eretto il 25 ottobre 1836 al centro della piazza grazie ad un ingegnoso sistema di macchine sollevatrici e di argani. 

Luigi Filippo, allora re dei Francesi, assistette a questo momento storico dai saloni dell’Hôtel de la Marine. Non essendo sicuro del successo dell’operazione e volendo evitare di essere messo in ridicolo, aspetterà che l’obelisco svetti orgogliosamente sulla sua base per apparire sulla loggia e ricevere le ovazioni della folla presente. Un bell’esempio di messa in scena!

 

Lo sapevi?

Nel 1976, la mummia di Ramses II deve subire un intervento “chirurgico” per essere salvata da un attacco di funghi. L’operazione si svolgerà al Musée de l’Homme di Parigi. Per l’occasione, re Ramses II ottenne un passaporto egiziano che gli permise di entrare in territorio francese. La sua professione?  “Re defunto”. L’egittologa Christiane Desroches Noblecourt, responsabile del progetto, chiederà all’elicottero che trasporta la mummia di fare una deviazione verso Place de la Concorde per presentargli il suo obelisco troneggiante nel cuore di Parigi!

 

La settimana sanguinosa

Dopo la sconfitta della Francia nella guerra franco-prussiana del 1870 e l’assedio di Parigi, la situazione politica francese è molto instabile. Nel marzo 1871 scoppia una violenta insurrezione, la Comune di Parigi, un periodo di violenza civile a Parigi che culmina nella “settimana sanguinosa” dal 21 al 28 maggio 1871.

Ritiratosi a Versailles, il governo lancia una “riconquista” della città reprimendo l’insurrezione nel sangue. I comunardi incendiano gli edifici importanti di Parigi per rallentare l’avanzata delle truppe di Thiers. In questa occasione molti monumenti, archivi e opere d’arte come il Palazzo delle Tuileries o gli archivi di Parigi scompaiono.

L’Hôtel de la Marine, occupato fino ad allora dai comunardi, deve la sua salvezza solo al rifiuto di due cittadini di dare fuoco all’edificio: François Gablin, responsabile delle attrezzature del Ministero della Marina che vive sul posto, e Ludovic Matillon, contabile. Gli insorti abbandonano il palazzo ed evacuano i feriti che si trovavano lì dal 23 maggio.

 

Une barricade rue Royale en 1871

Una barricata in rue Royale nel 1871 fotografata da Augustin-Hippolyte Collard

 

La storia in breve

Durante la Comune, Gablin nasconde ai comunardi alcuni tesori presenti nell’Hôtel de la Marine: argenteria e medaglie in un pozzo nero, e 1600 fucili e pistole nelle canne fumarie dei camini delle stanze non abitate. 

 

Aerei tedeschi nel cuore di Parigi

Per sostenere il prestito nazionale per la liberazione votato dal Ministero della Guerra nel settembre 1918, fu allestita in Place de la Concorde una mostra di armi e attrezzature belliche rubate ai tedeschi.
Carri armati, palloni frenati (un tipo di pallone aerostatico tenuto legato a terra da un cavo), pezzi d’artiglieria, il governo espone la superiorità dell’esercito francese capace di battere la tecnologia militare tedesca.
Subito dopo l’armistizio, la folla dei parigini devasta gli aerei tedeschi esposti davanti all’Hôtel de la Marine.

Dal 1919, la parata militare commemorativa della vittoria collega l’Arco di Trionfo a Place de la Concorde.

Avions allemands exposés place de la Concorde saccagés par la foule le 18 novembre 1918

Gli aerei tedeschi esposti in Place de la Concorde devastati dalla folla il 18 novembre 1918

 

Parigi liberata!

Durante la guerra, l’Hôtel de la Marine viene occupato dalla Kriegsmarine, la marina da guerra tedesca.

All’alba del 25 agosto 1944, le truppe del generale Leclerc, la famosa 2° Divisione corazzata, entrano a Parigi. L’obiettivo della divisione sono i quartieri della Concorde e dell’Opera, e la rue de Rivoli dove si trova il quartier generale dell’alto comando militare nazista. Sono le 16.30 quando gli ultimi soldati tedeschi presenti all’Hôtel de la Marine capitolano e il capitano di corvetta Georges Laurent de Faget pianta la bandiera tricolore tra le colonne della loggia. Parigi è stata liberata!

 

Les habitants cherchent à s'abriter des coups de feu

Gli abitanti cercano rifugio dal fuoco dei tiratori scelti tedeschi quando gli Alleati entrano in Place de la Concorde il 25 agosto 1944.

 

Il giorno dopo, il generale de Gaulle riaccende la fiamma del milite ignoto sotto l’Arco di Trionfo e percorre a piedi gli Champs Elysées fino a Place de la Concorde dove la folla in festa si è radunata per festeggiare la vittoria.

 

Hanno mancato il podio di poco, ecco gli eventi bonus!

  • Molti furono i saccheggi avvenuti durante la Rivoluzione francese: il furto delle armi dalle collezioni reali il 13 luglio 1789, ma soprattutto lo spettacolare furto dei Gioielli della Corona nella notte del 16 settembre 1792.
  • Durante la Rivoluzione francese, la ghigliottina viene installata proprio in Place Louis XV, poi ribattezzata “Place de la Révolution”. Luigi XVI e Maria Antonietta saranno decapitati lì, stessa sorte toccherà a Robespierre, Danton, Charlotte Corday, Olympe de Gouges, Camille Desmoulins, Antoine Lavoisier e altre 1100 persone.
  • Il 6 febbraio 1934, a seguito di una manifestazione antiparlamentare organizzata davanti alla Camera dei deputati, avvengono scontri molto violenti tra i manifestanti delle leghe di estrema destra e le forze dell’ordine. Bilancio: 20 morti e 2300 feriti, il che rende questo evento la più sanguinosa sparatoria della Terza Repubblica. Lascerà un segno profondo sulla vita politica francese.
  • Per il bicentenario della Rivoluzione francese, il 14 luglio 1989, Jean-Paul Goude organizza un gigantesco corteo notturno. In Place de la Concorde, la cantante Jessye Norman canta la Marsigliese vestita con una bandiera tricolore.
  • Durante l’estate del 2007, per le esigenze delle riprese del film Seuls Two di Eric e Ramzy, in Place de la Concorde è stata completamente vietata la circolazione di mezzi e persone: uno spettacolo sorprendente!

 

Vuoi saperne di più sulla storia di Place de la Concorde? Leggi l’articolo completo!