Numerosi balli prestigiosi si sono svolti nei saloni d’onore dell’Hôtel de la Marine ai tempi della sua occupazione da parte del Ministero della Marina.

Ecco quattro balli che hanno segnato in modo particolare il XIX secolo.

Bal donné au ministère de la Marine

Illustrazione di un ballo dato all’Hôtel de la Marine

 

27 febbraio 1802: il ballo dell’Europa

Si tratta del primo ballo dopo il Periodo del Terrore, che segna la rinascita della vita sociale parigina. Su esortazione di Bonaparte, all’epoca Primo Console, il Ministro della Marina invita personalità di tutta l’Europa a un ballo grandioso. L’obiettivo? Mostrare il potere della Francia, ma soprattutto quello del Consolato... e di Bonaparte!

Gli aneddoti: 

  • I nobili francesi, appena tornati dall’esilio, sono stati annunciati senza il loro titolo nobiliare, solo gli ospiti stranieri hanno avuto diritto all’annuncio dei loro titoli. È un modo per il nuovo regime di mostrare il suo ascendente sui membri dell’Ancien Régime.
  • A questo evento era presente Gaspard Monge, ex Ministro della Marina nel 1792-1793. Egli aveva assistito, dalla finestra del suo ufficio, all’Hôtel de la Marine, all’esecuzione di Luigi XVI e vi aveva firmato il certificato di morte del sovrano.

 

Giugno 1825: il ballo dell’incoronazione di Carlo X

Il 29 maggio 1825, Carlo X, riprende la tradizione e viene incoronato re di Francia durante una cerimonia a Reims. Per l’occasione, molti balli vengono organizzati a Parigi nelle settimane successive. La Parigi che conta è invitata a grandiosi ricevimenti, ognuno più imponente e lussuoso dell’altro. Anche il Ministro della Marina partecipa ai festeggiamenti e organizza il suo ballo. Tra la decorazione e gli abiti delle signore, i testimoni dell’epoca furono impressionati dallo sfarzo di questa serata che risplendeva di mille luci.

 

Per dovere di cronaca: l’illuminazione è stata realizzata da luminarie in vetro blu dove sono state intagliate delle ancore. 

 

12 febbraio 1866: il ballo di Napoleone III

Quel giorno ebbe luogo un ballo in maschera dato dal Ministro della Marina, il marchese di Chasseloup-Laubat, in presenza di Napoleone III e dell’imperatrice Eugenia. Tra i 1200 e i 3000 ospiti sono venuti a svagarsi nelle 18 stanze illuminate e da poco rinnovate dal Ministro. L’imperatore e l’imperatrice apparvero alle undici di sera, ognuno con una maschera, e cenarono in una sala da pranzo separata da venti coperti.

L’evento memorabile della serata è stata la “processione delle nazioni”: donne in costume, circondate da un corteo, hanno sfilato nei saloni per simboleggiare la Francia e le diverse parti del mondo: Europa, Asia, Africa e America. La Francia è vestita con un lungo abito bianco e una fascia tricolore. Tiene in mano un ramoscello d’ulivo, simbolo della pace.

Questa messa in scena, voluta dallo stesso ministro, intendeva mostrare la forza della Marina francese e la politica di colonizzazione dell’Impero.

 

18 ottobre 1893: il ballo per l’esercito russo

Dopo il disastro della guerra del 1870, che vide la caduta dell’Impero, la Terza Repubblica è alla ricerca di alleati in Europa. Nel 1892, firma un accordo di cooperazione militare con la Russia. 

Per celebrare questa alleanza, il Ministro della Marina organizza una grande cena, seguita da un ballo. Gli ospiti sono così numerosi che la loggia che si affaccia su Place de la Concorde viene trasformata in una sala da ballo, cosa che dà la possibilità agli ospiti di salutare la grande folla ammassata sulla piazza.

 

Couverture du Petit Journal du 21 octobre 1893 : les bals de l'Arsenal

Copertina del Petit Journal del 21 ottobre 1893: i balli dell’Arsenale

 

Questo ballo è stato l’ultimo ricevimento di alto livello che si è tenuto nei saloni dell’Hôtel de la Marine prima della prima guerra mondiale. Ancora oggi i saloni d’onore del monumento riflettono lo sfarzo di questi grandi balli mondani. 

Dorature, lampadari cangianti, non c’è niente di meglio di una visita al sito per immaginarsi piroettare nei saloni!